AREA RISERVATA

Accesso all'area riservata

Sportello POA 2018 - Informazioni in materia di sicurezza

16.04.2018

Vengono indicati alcuni obblighi in materia di sicurezza previsti dal d.lgs. 81/08 e s.m.i. a carico dei Datori di Lavoro. Gli obblighi a carico del Datore di lavoro sono previsti dall’art. 18 del d.lgs. 81/08, nella presente informativa vengono elencati quelli indispensabili e sempre soggetti a richiesta in caso di visita ispettiva. Si premette che la normativa prevede tre principali tipologie di rischio, individuabili tramite il codice ATECO. Tali livelli di rischio incidono particolarmente sul monte ore della formazione del personale e del RSPP Datore di lavoro.

RISCHIO BASSO

R.S.P.P.   Datore di lavoro               16 ore di formazione

Lavoratori                                           8 ore di formazione

RISCHIO MEDIO

R.S.P.P.  Datore di lavoro               32 ore di formazione

Lavoratori                                          12 ore di formazione

RISCHIO ALTO

R.S.P.P.  Datore di lavoro               48 ore di formazione

Lavoratori                                          16 ore di formazione

Per tutti i comparti la validità della formazione è quinquennale e gli aggiornamenti vengono modulati sempre in base al livello di rischio. Si raccomanda sempre di verificare attentamente il codice ATECO al fine di comprendere bene quale sia il livello di rischio.

 

ELENCO DEGLI OBBLIGHI MINIMI PREVISTI DAL D.LGS. 81/08 E S.M.I.

  1. Il datore di lavoro deve individuare il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP) dell’Azienda. Tale figura può essere ricoperta dal Datore di lavoro, previo corso formativo oppure da un soggetto esterno all’Azienda che abbia i requisiti adeguati. Il Datore di lavoro individuato deve risultare dalla Visura Camerale come Legale Rappresentante ed il corso lo può seguire esclusivamente tale soggetto.

  2. Il datore di lavoro deve formare in materia di sicurezza il proprio personale, indipendentemente dalla tipologia contrattuale, entro 60 giorni dall’assunzione. I lavoratori possono essere: dipendenti a tempo indeterminato, dipendenti a tempo determinato, stagionali, a chiamata, a voucher, interinali, volontari, soci lavoratori, collaboratori familiari continuativi.

  3. Il datore di lavoro deve nominare un Medico Competente, specializzato in Medicina del lavoro ed iscritto all’apposito Albo. Il Medico Competente deve essere nominato quando vi siano rischi per la Salute a cui possono essere esposti i lavoratori. Alcuni esempi di rischi per la salute: esposizione al rumore; esposizione alle polveri; movimentazione manuale dei carichi; esposizione a prodotti chimici, cancerogeni, biologici; lavori in quota; lavori che espongono a posture scorrette.

  4. Il datore di lavoro deve nominare gli addetti alle emergenze: Antincendio e Primo Soccorso. Gli addetti alle emergenze devono essere correttamente formati in base alla tipologia di rischio, rilevabile tramite un’analisi aziendale e gli indici infortunistici INAIL.

  5. Il datore di lavoro deve formare i propri lavoratori e lui stesso deve seguire corsi di formazione, laddove siano in uso le seguenti attrezzature: macchine movimento terra (escavatori e pale); carrello elevatore (muletto); braccio telescopico; trattore agricolo o forestale; autocarro con gru; gru a torre o auto montante; piattaforme elevabili o cestelli. Il corso deve essere eseguito prima dell’utilizzo del mezzo

  6. Il datore di lavoro deve valutare tutti i rischi presenti in Azienda redigendo il Documento di Valutazione dei Rischi (DVR). Tale documento deve essere firmato dal Datore di lavoro, dal RSPP, dal Medico Competente (per le aziende che ne sono soggette), dal Rappresentate dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS) laddove presente o dai lavoratori. Normalmente è buona prassi che il DVR venga anche firmato dall’estensore se diverso dal Datore di Lavoro. Il DVR deve apportare la data certa, per dimostrare con precisione quando il documento sia stato redatto; la data certa si appone con tutte le firme di cui sopra, o inviandosi copia del documento mezzo raccomandata in busta chiusa e mantenuta tale, oppure inviandolo tramite PEC alla propria mail.

  7. Il datore di lavoro deve consegnare, gratuitamente, i Dispositivi di Protezione Individuali (DPI) ai propri lavoratori e fare firmare un verbale di ricevuta. Alcuni esempi di DPI: guanti da lavoro; cuffie; mascherina facciale; occhiali di protezione; calzature antinfortunistiche.

  8. Il datore di lavoro, qualora sia soggetto alla nomina del Medico Competente, deve organizzare la medicina del lavoro e sottoporre i propri lavoratori a sorveglianza sanitaria periodicamente come previsto dal Protocollo sanitario redatto dal Medico stesso.

 

Si rammenta che questo elenco è solamente indicativo di alcuni obblighi, tra quelli più importanti, a cui deve fare fronte il Datore di lavoro per adempiere quanto previsto dalla normativa cogente in materia di sicurezza.

 


© 2019 Fédération des Coopératives Valdôtaines soc. coop.
Loc. Grand Chemin, 33/D - Saint Christophe (AO)
C.F. e P.Iva: IT 00120220074
Reg. Imp. di Aosta n. 00120220074